50 sfumature di munnizza! #Diariodibordo

Più di una volta mi sono sentita dire…”Sei rientrata dalla Germania perché non ti piaceva, ora rompi i coglioni perché non ti piace come viviamo in Sicilia!” oppure “Con tutti i problemi seri che ci sono, ti attacchi alla spazzatura o alle auto in terza fila?”. E così ogni problema non è il problema principale, io sono una che non si adatta e la Sicilia è il posto migliore del mondo.

Devo essere sincera, ho sempre evitato di mettervi al corrente di certe situazioni di degrado (un po’ per vergogna), fino a stamattina, quando uscendo ho ammirato il solito spettacolo…

Munnizza
Non è il terzo mondo ma un paese in provincia di Catania.

In questo paese non esistono bidoni per la spazzatura, né in strada né all’interno dei condominii. L’unico posto dove si può buttare è per terra, come nella foto (scattata oggi). In altre località i bidoni ci sono, ma la gente “deve” lanciare la spazzatura dall’auto in corsa (per pigrizia) quindi il risultato è simile. Avete idea di come sia in estate con le temperature che raggiungono e superano i 40 gradi? Per non parlare dei gatti che aprono i sacchetti, facendo finire tutto il contenuto sull’asfalto, che non viene mai disinfettato!

Ho provato a chiedere, pare che ci siano secolari riunioni in corso tra sindaco e luminari, che a fatica dovranno trovare il modo di mettere dei contenitori per strada.

Il resto del mondo è nel 2016…qui? Le gente vive come se non vedesse quello che vedo io, come se tutto questo fosse normale!!!

L’ho detto e lo ripeto…mai avrei pensato che la mia Sicilia mi avrebbe fatto rimpiangere così tanto la Germania. Detto questo, la prossima meta è decisa! Alla prossima!

Roberta

 

8 commenti

  1. Ciao! In realtà il fatto che la Sicilia mi abbia fatto rimpiangere la Germania è proprio il colmo di quella situazione. Infatti, visto che la Germania mi aveva lasciata perplessa, ho optato per l’Austria… 😉

  2. Ciao Roberta, non riesco a trovare nel tuo blog i motivi per cui dalla Sicilia sei andata in Austria, perchè se rimpiangevi la Germania non sei tornata in Germania?

  3. Ciao! Mi chiamo Giulia e mi piace molto il tuo blog, mi sto per trasferire in Germania e non ne so una mazza, oltre a non spiccicare una parola di tedesco (no, non parto all’avventura e non sono pazza, ma mi hanno offerto un lavoro la’, questo pero’ non fa di me un’esperta di cruccolandia). Mi piacerebbe parlare con qualcuno che ci ha vissuto per avere qualche dritta per sopravvivere… hai un indirizzo email? Il mio e’ [email protected]. Grazie!

  4. ahahah e fai bene! E’ stata proprio la nostalgia di cui parli a fregarci clamorosamente! Però è vero, si impara e la prossima volta sarò felicissima di mangiare arancini e cassatelle solo in ferie!!! 🙂

  5. Le esperienze, come ti dissi quando lasciasti la Germania, sono tutte utili e positive, perchè si impara sempre qualcosa e poi si ha la possibilità di capire ciò che ci va bene o no.
    Detto questo…..
    Io non volevo fare l’uccellaccio del malaugurio (vedi quante critiche di italiani mi becco online), ma dal 1991 sono rientrata 4 volte in Italia, dall’estero…. è sempre, sempre andata peggio. Prima di partire (definitivamente) mi sono ripromessa di non guardare all’Italia con occhi nostalgici, questo dovuto anche ai precedenti ritorni però, che si erano tutti conclusi molto male.
    E a sto giro… se anche in un bar trovo un cappuccino schifoso, non me ne frega un’acca, non torno mai piùùùùùùùùù!!! 😀 😀

  6. Ciao Fabiana!!! Hai ragione, mai più mi sentirete dire…”ho voglia di rientrare in Sicilia”. Non sappiamo esattamente cosa vogliamo, ma abbiamo capito cosa NON vogliamo! Un bacio! 🙂

  7. Ciao Roberta! Sono stata in Sicilia in vacanza diverse volte e questo degrado l’ho notato, soprattutto perche’ quando vieni da luoghi dove il senso civico e’ molto forte certe scene di fanno male (il dispiacere e’ forte) e ti fanno dire che e’ un peccato che una terra cosi’ splendida non sia curata come meriterebbe. Detto questo penso che nessuna esperienza arriva a caso. Forse dovevi vivere tutto questo per capire qual’e’ il luogo in cui vuoi realmente vivere e piu’ adatto a te, a voi, al vostro modo d’essere. Ti capisco al 100% e non vedo l’ora di scoprire la vostra nuova destinazione. Un abbraccio. Fabiana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*