Pistoia e Il Principe Rospo

Il viaggio, come avrete intuito, è parte integrante della mia vita. Prima della mia esperienza in Germania, grazie alla quale ho deciso di iniziare questo blog, ho visitato parecchi luoghi, ognuno dei quali ha lasciato un segno indelebile nei miei ricordi, forgiando di volta in volta la mia personalità. Mi piacerebbe condividere con voi queste esperienze, accompagnandovi (almeno virtualmente) in giro per l’Italia (e non solo).

Grazie Trenitalia
Grazie Trenitalia

In passato avevo visitato diverse volte la Toscana, ma non ero mai stata nella provincia di Pistoia. Siamo partiti in treno da Catania Centrale e arrivati a destinazione dopo una lunga notte di spifferi, provenienti da un finestrino rotto. Il nostro tentativo di tappare tutto con dei pezzi di giornale si rivelò poco utile, la mattina seguente le nostre ossa cantavano “pietà”.

Dopo un breve giro perlustrativo (ho avuto modo di vivere davvero Pistoia in seguito) ci siamo diretti, come se fosse un miraggio, verso il B&B che avevamo contattato prima della partenza. Il nome evocava una favola, IL PRINCIPE ROSPO, il prezzo era abbordabile. Dopo esserci puntualmente smarriti (a piedi dalla stazione) con la valigia che ha perso le ruote a furia di saltellare su tutti i sampietrini, siamo finalmente giunti a destinazione. Dall’esterno si vedevano solo vecchi palazzi, niente che potesse avvicinarsi all’idea che avevo di quel B&B, ma quando aprimmo il portone d’ingresso l’atmosfera fu subito magica.

PicsArt_1443600125833Ci trovammo di fronte ad una ripida e stretta scalinata, ogni gradino era decorato con richiami diversi e variopinti, un piccolo sgabello in legno riposava proprio nel mezzo del cammin.

Sulla porta d’ingresso era raffigurata una fatina con una scritta sotto che diceva:

In questa misteriosa camera viveva “Non ti scordar di me”, la Fata dei fiori che poteva fare magia con l’acqua, volare veloce come il vento, parlare con gli animali e, chi la Fata dei Fioriincontrerà non si scorderà più di lei. In questa camera, durante la notte, quando tutto intorno è silenzio, i fiori danno grandi feste, invitano folletti, fate e gnomi ed insieme ballano e cantano tutta la notte accompagnati da una dolce e soave musica. Chiunque dorma in questa camera sarà ricoperto da un sottile ed invisibile pulviscolo d’oro che i fiori sprigionano durante la notte e soltanto chi crede veramente dal profondo del cuore che sia esistita la fata dei Fiori avrà poteri magici per sempre e si sorprenderà quando accadranno eventi fantastici nella sua vita.

I poteri credo di non averli ma lo stupore fortunatamente si, mi accompagna ancora ed è una grande fortuna!Bagno del Topo

La stanza evocava immediatamente una favola, un dolce topolino invece ci dava il benvenuto dalla porta del bagno, dove era intento a leggere un giornale con occhiali da vista sul naso e le zampine incrociate.

Quella notte è volata velocemente ma le sensazioni positive  di quel contesto magico invece rimarranno per sempre. La prossima volta che mi troverò a Pistoia IL PRINCIPE ROSPO sarà sicuramente tra le mie tappe, ho inoltre curiosato all’interno del loro sito e pare che le stanze oggi siano più belle di allora. Quindi, se vi troverete a passare da quelle parti, vi consiglio questo confortevole e accogliente posto dove trascorrere una magica notte…Roberta

Continue Reading