Primo cinema in Germania e riflessione sul doppiaggio

Rieccomi qui…ieri pomeriggio, dopo un anno e quasi due mesi in Germania, abbiamo deciso di osare…siii…di andare al cinema!!! Alcuni saranno sconcertati!!! “Ma come? Un anno senza andare al cinema? Non fa tendenza…non è culturalmente elevato come discorso”…Non sarà culturalmente elevato ma se permettete prima di spendere 31 Euro (il cinema è caro anche in Germania) per un film in 3D in lingua tedesca ho preferito aspettare di capirne almeno il 30%!!!

1407669359288

Ammetterò che ero emozionata come una bambina quando riceve un regalo…ero al cinemaaa!!! Io adoro andare al cinema…ho imparato nel tempo ad apprezzare il 3D anche se ancora faccio fatica a sopportare quegli occhialoni che da un lato ti “catapultano” all’interno della storia che stai guardando…dall’altro infastidiscono la vista disturbando spesso le immagini più che mettendole a fuoco! Sarà un problema mio ma non sono riuscita ancora del tutto a prendere confidenza con queste meravigliose invenzioni!!!

Volendo tirare le somme pensavo peggio…sono riuscita ad afferrare almeno la metà dei discorsi ma c’è da dire che siamo andati a vedere (per fare contenta la bimba) DRAGON 2…!!!

dragon

Uscendo dal cinema mi sono sentita abbastanza soddisfatta e con la voglia di ripetere l’esperienza…e pensare che in Italia, andare al cinema, era una cosa naturalissima…

Mi piacerebbe approfittare di quest’argomento per fare una semplice constatazione…ho letto con interesse, poco tempo fa, un articolo dove si parlava del fatto che sarebbe meglio guardare sempre i film in lingua originale…per stimolare le persone ad apprendere. Giustissimo…però… non fà per me!!! Io vado al cinema per rilassarmi, per assaporare i dialoghi e cogliere le sottigliezze che, ovviamente, in un’ altra lingua sfuggono via indisturbate ed inascoltate (tranne che tu le conosca bene come l’italiano). Mi piace guardare films pieni di significato e non esiste modo migliore di farlo se non ascoltando i dialoghi nella nostra bellissima lingua italiana!

Poi…non è per essere fuori misura patriottica ma…giusto per portare un esempio…vogliamo mettere IL GLADIATORE interpretato dalla meravigliosa voce di Luca Ward? La frase “Al mio segnale, scatenate l’inferno” pronunciata da lui…ha tutto un altro sapore!!!  Il suo è un dono…un patrimonio nostro…italiano…perchè mai dovremmo farne a meno? La capacità che hanno i doppiatori italiani di trasmettere emozioni credo sia unica…sarebbe un’eresia rinunciarvi…Ho la vaga impressione che per “aprirci” a tutte le altre culture rimanendo perfettamente al passo con i tempi stiamo erroneamente trascurando la nostra!

1407669402251

Quindi, per concludere, continuerò ad andare al cinema ascoltando i dialoghi in tedesco…mi serve anche da allenamento…ma non cambierei mai, per nessun nobile motivo, un film doppiato in italiano…resto fedele alla nostra lingua…melodica…completa ed unica…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*