#dimmicosaleggi #10libri

Ieri sono stata NOMINATA! Il blog di Turisti per Sbaglio (che seguo sempre con passione sfrenata) ha lanciato un’iniziativa molto interessante, #10libri da portare in cabane! Mi chiedono quali sarebbero i dieci libri che porterei con me nel caso dovessi trascorrere sei mesi in una cabane tra i boschi siberiani. Ecco la mia lista…

  1. Il nome della Rosa di Umberto Eco. Il motivo per il quale lo leggerei è perché in passato ho tentato diverse volte di farlo, ma ho sempre ceduto dopo le prime cento pagine.
  2. Siddharta di Hermann Hesse. Questo è stato il primo libro più impegnativo che ho letto (due volte), mi ha appassionata e coinvolta. Vorrei vedere che tipo di segno potrebbe lasciarmi rileggendolo a distanza di parecchi anni.
  3. L’insostenibile leggerezza dell’essere di Milan Kundera. Anche questo è finito rilegato nel cassetto dove giaceva Umberto Eco.
  4. L’ombra del vento di Carlos Ruiz Zafòn. Ho amato questo libro (in realtà ho amato l’intera tetralogia). Ho voglia di rileggerlo e rileggerlo ancora, non lo faccio perché ho troppe nuove storie da scoprire, ancora in attesa. Con sei mesi di tempo però potrei concedermi questo lusso.
  5. L’amore ai tempi del colera di Gabriel Garcìa Màrquez. Ho rimandato più volte la lettura di questo libro e la scoperta di questo autore, credo sia giunta l’ora di dargli l’attenzione che merita.
  6. Il cacciatore di aquiloni di Khaled Hosseini. In tanti mi hanno parlato bene di questo libro, forse in troppi, proprio per questo ho deciso di accantonarlo. Non vorrei però perdere l’occasione di leggere un’opera davvero meritevole.
  7. Un indovino mi disse di Tiziano Terzani. Amo quest’uomo e la maniera con la quale descrive le ombre dei nostri tempi. La sua umiltà e la sua forza vitale fanno sempre breccia nel mio cuore.
  8. Un libro a caso di Andrea Camilleri. Con immensa vergogna devo ammettere di non averne mai letto uno.
  9. Un libro a caso di Italo Calvino. Stesso motivo, non ne ho letto mai uno.
  10. Se questo è un uomo di Primo Levi. Lo leggerei perché a volte è importante ricordare quanto in basso possa cadere l’essere umano.

Ecco, questi sono tra i libri che sicuramente porterei. Adesso le nomine…eheheh…

  1. Scrivere viaggiando che seguo con piacere e mi segue…spero con lo stesso piacere.
  2. Pensavo fosse pigrizia invece era pressione bassa, una ragazza che ha condiviso per qualche mese la mia Sicilia, innamorandosene.
  3. Greisdipity è una new entry tra le blogger che seguo…questo è un modo carino per conoscersi meglio.
  4. Masterpiece Travel, un travel blogger amante dei viaggi e della sua bellissima Isola, la Sardegna.
  5. I Rintronauti, due toscani in viaggio concludono degnamente la mia lista. I loro articoli sono sempre molto interessanti, vediamo se lo sono anche le loro letture! 😉

La mia nomina speciale va ad Alessia, del blog Gnoseologia della Moda. Un’amante dei libri e del tempo ad essi dedicato!

Grazie a Turisti per sbaglio per questa bella occasione! Buone letture!!! Ora tocca a voi! Ecco il link…cliccate qui! 🙂

Lasciate anche qui il vostro commento con il link del vostro articolo! 🙂

10-libri

 

6 commenti

  1. E allora il 4 va letto cara Roberta…credo che il suo modo di scrivere e descrivere sia unico…

  2. Cara Ughetta, bello il tuo elenco, ecco io direi:
    1 ok, non scivola giù come una caramella al mou, però se vai oltre il limite minimo poi la storia ti prende. Ma dio santo a star sola in cabane non potrei leggere nulla che risvegli immaginazione e paura…

    2 Ecco mi pare il libro giusto per il luogo giusto

    3 lo ho letto forse alle medie o primo anno di liceo, l’ho letto come fosse una medicina, una di quelle amare che proprio no, non mi tirerei dietro in cabane (e adesso fan di Kundera linciatemi pure!), e ci unisco (blasfema!) anche il 6 (che non ho letto al liceo ma 2 anni fa).

    4 non lo conosco…

    Condivido tutto il resto, in particolare il Camilleri, il cui modo di scrivere mi scalderebbe il cuore nel freddone estremo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *