FAILED #altrogiro


 

L’esperienza che ho maturato a 21 anni sarebbe utile se avessi di nuovo 21 anni. Ma ho 71 anni e sono un principiante e continuo a fare gli errori di uno che ha 71 anni.
(Robert Brault)


Pochi giorni fa avevo postato l’articolo (lo trovate qui) dove spiegavo in cosa consisteva il nuovo corso che stavo frequentando e perchè lo stavo frequentando. Bene, più passavano i giorni e più mi rendevo conto che era tutto tempo perso! Le nozioni che stavano studiando al pc erano per me troppo elementari ma, c’è sempre un ma, erano tutti esercizi da eseguire dopo aver letto montagne di fogli con le indicazioni su cosa fare.

Immagine presa da internet
Immagine presa da internet

Non te ne pentirai. Se è bene, è meraviglioso. Se è male, è esperienza.
(Victoria Holt)

Prima di confermare la mia presenza ho dovuto fare più di un colloquio con la direttrice della scuola, che avrebbe detto se per me (livello B1) andava bene quel tipo di corso o se era meglio un’altro corso di lingua per conseguire il livello B2 o C1. Lei, entusiasta (certo, essendo ente privato le entravano altri soldi), disse che era semplice, che non importava se non parlavo bene il tedesco e che, anzi, sarei stata agevolata imparando nuovi termini. Vero, ma, cara mia direttrice, se mi avesse detto che ogni giorno avrei dovuto leggere 20 pagine per fare un esercizio del cavolo di 30 secondi, beh…le avrei detto no grazie.

Immagine presa da internet
Immagine presa da internet

Ieri, primo test, tutti agitati ed io tranquilla perchè diamine…le so fare quelle cose, le faccio da 16 anni!!! Sorpresa sorpresona!!! Il test per valutare se sai usare il computer è scritto non pratico!!! Insomma, mi sono ristrovata con tantissimi fogli sul banco e altrettante crocette da mettere! Ehhhhhhhh??? Ma è uno scherzo??? Mi servirebbe un mese per tradurre tutti quei fogli!!!

Stringo per non essere prolissa, mi sono alzata e me ne sono andata. Sinceramente, detto tra noi, sono un pò stanca. Sotto questi mille tentativi che ci fanno fare ci sono mattinate in piedi alle 05.00, figli lanciati a scuola e cani portati volando a fare la pipì per essere puntuali in classe alle 08.00, a 25 km di distanza da casa con ghiaccio allegato per le strade. Ci sono sogni, speranze, soldi, tempo e spesso si riduce tutto in una bolla di sapone. La possibilità di inserirsi bene nel loro contesto lavorativo prevede certificati che richiedono tempo e soldi che non entrano. Qualsiasi altro documento, proveniente dall’Italia, difficilmente ha un valore quando arrivi qui. E se, con un pò di impegno, iniziare a parlare il tedesco è possibile, scriverlo bene e leggerlo invece è decisamente più complicato.

Per rispondere a tutti quelli che dicono…basta un pò di pratica e la lingua si impara…spiegherò presto con un articolo perché non è sempre possibile fare pratica di tedesco qui in Germania, è più facile riuscire ad esercitare il russo o l’arabo.


Sono una parte di tutto ciò che ho trovato sulla mia strada.
(Lord Alfred Tennyson)


Questo è tutto, per ora. Non so quale direzione prenderò, anche se, infilarsi in una fabbrica (se si trova posto) per 1000 euro al mese, alla fine risulta essere la cosa meno stressante da fare. Ho molti progetti personali che esulano da questo contesto e che, sono sicura, mi daranno molte soddisfazioni. Essere realizzati nel lavoro sarebbe bello, ma è decisamente utopico anche qui…se così deve essere me ne farò una ragione. 🙂

6 commenti

  1. Ciao..il tuo commento è davvero emozionante grazie. Ho percepito fortemente la tua voglia di riuscire e la tua amarezza nello scoprire che, a volte, la buona volontà non basta se dall’altra parte c’è un muro troppo alto da superare. Però accetto il tuo consiglio e non mollo…spero tanto che non mollerai mai nemmeno tu… 🙂 Credo che nella vita ogni cosa sia possibile, forse dovremmo spendere le nostre energie cantando fuori dal coro e rischiando in qualcosa che veramente valga tutti i nostri sforzi…

  2. Mi dispiace. Non sai quanto. Io so esattamente cosa provi e come ti senti. Lo so.
    Avrei tanto voluto fosse l’occasione giusta per te, perché io non ci ho provato, io non ci sono riuscita. E avrei tanto voluto ci fossi riuscita almeno tu. Non so come spiegarti, perché nemmeno ci conosciamo, ma avrei gioito nel sapere che tu ce l’avresti fatta. Sapere che è possibile.
    Spero che questa esperienza ti aiuti a valutare meglio o diversamente altri corsi o possibilità. Ora sai cosa NON vuoi, ed è importante. Provaci ancora Sam! 😉

  3. Ehhh non vi dimenticate di meee…sono brava!!!!!!! Comunque i miei nuovi progetti sono personali ed esulano dal contesto lavoro e Germania. Da quel fronte, per ora, solo stressssss!!! 😉

  4. Anch’io, come Roby, non ho parole. Ma se devono essere nuovi progetti, che nuovi progetti siano! 🙂
    Io, te e Roby dovremmo mettere su qualche progetto… Travels, Dogs & Perfumes 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*