Non espatriate per scappare! #Eder #Messico

Il nostro gruppo di lavoro.
Il nostro gruppo di lavoro.

Ciao, ti ringrazio subito per la disponibilità. Noi ci siamo già conosciuti ma, per descriverti brevemente ai nostri lettori ti chiedo, chi è Eder?

Una domanda che uccide, non c’è un Eder solo, c’è un Eder per ogni stagione, prima e dopo il matrimonio, oggi ancora working progress. Da giovane cresciuto troppo in fretta, molto responsabile durante il matrimonio, dopo più libero e spensierato. Oggi alla ricerca ancora di qualcosa di nuovo (più nel personale), ansioso e sempre alla ricerca del meglio, che fatica!

Vivi in Messico dal 2010, dove hai aperto un ristorante, Cafe Bistrot Epicuro. Cos’ha da offrire in più questo Paese rispetto all’Italia?

11667976_681821698619624_846604006_nNiente, se non che un cambiamento porta sempre con sé qualcosa di positivo. Inoltre, a parte i luoghi comuni di spiaggie e sole, per noi è più facile fare impresa, in Italia i capaci sono tanti, qui molto meno, per cui senti meno la concorrenza e l’investimento economico è inferiore, gli utili comunque seguono in proporzione. Per il resto, come servizi e infrastrutture siamo ancora indietro, cito ad esempio sanità, strade e comunicazioni.

Gestisci la pagina Fb “L’Italia che c’è” mettendo in evidenza le potenzialità del nostro Paese. Cosa ti spinge a farlo?

Posso dirlo? La stupidità dei tanti che denigrano il nostro Paese! Non si rendono conto che questa è l’Italia che abbiamo fatto noi, il nostro Paese siamo noi, difficile esaurire un argomento così complesso, certo una sintesi ci vuole. Manca un po’ di umiltà e autocritica, dovremmo sentirci un po’ tutti responsabili, tutti secondo le nostre possibilità e i ruoli che abbiamo avuto! Abbiamo approfittato, chi più chi meno, delle circostanze per avere dei vantaggi, qualcuno aveva detto “…scagli la prima pietra”…sappiamo come è finita.

11667107_681814375287023_2048044939_n

Quali sono i tuoi progetti futuri?

Ho appena detto sono working progress, per citare alcuni fatti, far decollare il mio ecommerce. Inoltre, dopo sei anni con Eli, probabilmente è venuto il momento di cambiare…una nuova compagna forse porterà aria nuova. Valuto anche la possibilità di rimanere single, con meno responsabilità, magari vendere il ristorante per alleggerirmi degli impegni, alla mia età la salute è strategica, 66 anni non sono una passeggiata.

Pensi di rientrare in Italia?

Direi di no, se dovesse succedere sarebbe per motivi di salute seri, forse andare in un altro Paese si, la mia mente viaggia, forse Asia? Il tutto però deve combaciare con le attività, come vendere il ristorante, mentre per e-commerce posso trovare altre forme di impresa.

Facce tipiche e attuale governatore dello Stato.
Facce tipiche e attuale governatore dello Stato.

Cosa ti manca del nostro Bel Paese?

Vedo che anche tu lo chiami il Bel Paese, complimenti, cosa mi manca? Tutto e niente, non ho nostalgia, il lavoro mi riempie come la curiosità di fare cose nuove, certo come dimenticare i nostri prodotti alimentari, il vino, le nostre strade, il clima freddo, dettagli, ma è più una mancanza di cose che di sentimenti.

Per concludere quest’intervista voglio chiederti, cosa consigli a chi crede che espatriare (anche senza referenze valide) sia l’unica alternativa rimasta?

Non è l’unica alternativa rimasta, è una possibilità, in un mercato sempre più globalizzato può essere una soluzione, quello che conta è la MENTALITA’Non scappare perché non se ne può più, ma per cercare nuove strade e nuove esperienze si.

Festa della Guelaguetza la principale festa folcloristica di Oaxaca.
Festa della Guelaguetza la principale festa folcloristica di Oaxaca.

Fattori cardini per valutare sono l’età, cosa sai fare e la lingua. Mi piace pensare che se avessi 20 anni andrei in Cina, a fare qualunque lavoro, anche il più umile per imparare il cinese. Poi metterei sul banco di prova le mie capacità e attitudini, questa esperienza varrebbe certo di più di tante lauree! Certo è più facile stare a casa, ma poi? Bisogna ragionare in termini di mercato, non ci sono vincitori o perdenti ideologici, guadagna chi si adegua.

Momenti con clienti e vista del locale.
Momenti con clienti e vista del locale.
Centro storico di Oaxaca de Juarez la capitale dello stato di Oaxaca.
Centro storico di Oaxaca de Juarez la capitale dello stato di Oaxaca.

11715244_681821618619632_1571437996_o

2 commenti

  1. “quello che conta è la MENTALITA’. Non scappare perché non se ne può più, ma per cercare nuove strade e nuove esperienze si” Bravissimo, questa frase mi è piaciuta tantissimo!
    Bravo Eder e in bocca al lupo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*