Non so che dire!


 

Non conosco nulla al mondo che abbia tanto potere quanto la parola. A volte ne scrivo una, e la guardo, fino a quando non comincia a splendere.
(Emily Dickinson)


 

Ho così tante cose da dire che non so che dire.

Pensavo a quanto si sia persa l’abitudine al sano confronto, allo scambio di opinioni che porta in seno l’intento di venirsi incontro. Ma sono troppe le parole che mi servirebbero per dirvelo, e non so cosa dire.

Pensavo alla gente che ormai si attacca alla gola del prossimo, per azzannarlo appena quello osa proferire una parola che non aggrada l’interlocutore. Quanti modi potrei utilizzare per descrivervi questo? Tanti, forse troppi e mi ci perdo, non sapendo cosa dire.

Mi è venuta in mente la generazione dei nostri nonni, gente che ha dato mani, culo e vita per regalarci la libertà che abbiamo oggi di sparare cazzate continuamente. Potrei approfondire questo aspetto, è interessante ma difficile, così difficile che non so che dire.

libri
Immagine presa da internet

Pensavo anche alla generazione dei nostri genitori. Per uno di quelli che si è spaccato la schiena davvero, ce ne sono almeno altri 100 che hanno mangiato il loro, quello dei figli, dei nipoti e avanti così per almeno due secoli a venire. Hanno rubato il nostro futuro e stanno lì a farci la paternale. Come potrei esprimere bene un tale concetto? Io…non so cosa dire.

Penso alla tanta gente dal dente avvelenato, pronta a puntare il dito agitandolo davanti al naso. Sapete dove andrebbe messo quel dito? Vorrei trovare le parole giuste, ma non so come dirlo. Non è facile dire a qualcuno dove mettere il dito.

Per finire mi vengono in mente i leoni da tastiera, codardi nella vita, conigli tra i conigli, pecore tra pecore, monete false tra monete false. A loro vorrei dire che certe cose andrebbero dette in viso, sarebbe interessante vedere se la bocca è splendida quanto l’indice. Lo penso ma poi, non so cosa dire.

Quanto sarebbe bello se ognuno iniziasse ad ascoltare, spogliandosi da ogni pregiudizio. Quanto cambierebbe la nostra vita se ognuno iniziasse a pensare che cazzo…forse l’altro ha ragione, o comunque non ha completamente torto!? Come sarebbe tutto più semplice se A non si sentisse sempre, e anche inutilmente, minacciato da B e insieme camminassero verso il punto C. Sarebbe bello sì, così bello che non so che dire…


Riuscirai sempre a trovarmi nelle tue parole, è là che vivrò. (Dal film Storia di una ladra di libri)


 

2 commenti

  1. “Quanto cambierebbe la nostra vita se ognuno iniziasse a pensare che cazzo…forse l’altro ha ragione, o comunque non ha completamente torto!?”
    In tanti anni in Italia uno che la pensa cosi l’ho raramente trovato.. tipo uno ogni dieci anni ecco….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*