Quando un angelo muore

 

ricordi1

Quando un angelo muore non resta niente,

né risa,  né abbracci o sguardi complici.

Quando un angelo muore anche il mare s’incazza,

colpisce gli scogli cercando giustizia,

regala salsedine ai gabbiani, per portarla al cospetto di Dio.

Quando un angelo muore

rimangono mogli spezzate, figli smarriti nell’assordante silenzio della notte.

Rimangono amici affranti e vuoti troppo grandi da colmare.

Rimangono i ricordi, taglienti e traditori.

Rimane l’eco di una preghiera che non può spiegare

perché un angelo muore…

Buon viaggio Francesco

 

 

4 commenti

  1. Non sempre i migliori, ma quando sono persone che hanno fatto parte della tua vita è come se un pezzo di te volasse via con loro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*