Raccolta differenziata – Noi, la spazzatura e quel bidone nero!

Oggi voglio parlarvi di uno dei punti forti della Germania, la RACCOLTA DIFFERENZIATA!

Arrivati qui ci siamo innamorati, come tutti, dell’ordine e della pulizia delle strade, stradine, cortili e giardini. Tutto perfettamente ordinato come se fosse stato disegnato da un pittore.

Immagine presa da internet
Immagine presa da internet

Ogni abitazione è munita di bidoni per la raccolta dei rifiuti suddivisi per tipologia. A rotazione, seguendo il calendario che viene consegnato a tutte le famiglie, vengono messi in strada per essere svuotati!

Fin qui tutto meraviglioso! La carta viene ritirata spesso, considerando anche il quantitativo disumano che riescono a produrre da queste parti! Solo con i giornali che lasciano due volte la settimana davanti casa potreste incartare uova per tutta la vita e far traslocare tutto il vostro vicinato!

Il bidone del biologico è in linea di massima sempre vuoto, a volte nemmeno si mette in strada il giorno in cui passa il camion.

Anche per la plastica nessun problema! Le bottiglie si riciclano al supermercato e per il resto quel bidone è più che sufficiente!

Per il vetro trovi i contenitori appositi in strada!

Immagine presa da internet
Immagine presa da internet

Arriviamo al nero, la spazzatura normale insomma, che non è destinata a nessuno dei tre bidoni precedenti! Qui nasce il mio scompenso! Una lotta che non ha ancora avuto vincitori.

Il nero viene ritirato, almeno nella nostra zona, una volta al mese. Ma, quel semplice bidone, per quanto capiente, è uno! Ciò significa che devi comprimere tutta la spazzatura di un mese lì dentro.

Vi dico subito che per i tedeschi quel losco contenitore basta e avanza. Abitualmente a colazione mangiano pane, uova e formaggi. Quindi produzione spazzatura minima. A pranzo sono a lavoro quindi anche in questo caso zero spazzatura. La sera cenano con del pane e dei salumi, formaggi o al massimo un paio di patate.

Capirete quindi da soli che si limitano a buttare il foglio di plastica che ricopriva il salame o il formaggio. Le patate qui si mangiano con la buccia!

Arriviamo a noi! Anche la peggiore cuoca italiana cucina ogni giorno! Che sia pasta, carne, pesce, legumi, insalata, verdure o chissà che altro…la montagna di spazzatura che riusciamo a produrre consumando con i nostri ritmi è pazzesca!

Un italiano in media ha durante la giornata la colazione, lo spuntino a metà mattinata, il pranzo, la merenda, la cena e il dolce dopo cena. E va bene che, lavorando, qualche ora si sta fuori casa, ma non basta a salvarci da un dilemma.

Immagine presa da internet
Immagine presa da internet

Ma tutta questa spazzatura dove la butto?

Il camion è passato lo scorso fine settimana, questo significa che ti mancano quasi tre settimane prima del prossimo ritiro e tu hai già riempito il tuo bidone. Hai anche dovuto usare la famosa tecnica del “mi ci siedo sopra” per convincerlo a rimanere chiuso!

Per strada non ci sono contenitori quindi puoi solo adibire il tuo balcone a discarica temporanea aspettando il grande giorno.

Ma quando quel giorno arriva, se il tuo bidone è pieno, dove metti gli altri sacchi? Di certo non per strada.

Unica soluzione, aspettare il buio, guardare mentre si porta fuori il bidone se quello dei vicini è pieno. Se la fortuna ti assiste un sacco qui un sacco lì e riesci a smaltire tutti i sacchi rimanenti.

Ovviamente prega che nessuno ti veda mai fare una cosa del genere! Potrebbero lapidarti!

Come vedete, essere dei perfetti cittadini deutsch, non è sempre una passeggiata!

Forse è la volta buona che mi decido a fare una bella dieta per la gioia dei miei vestiti stretti e di quel bidone nero che non ce la può fare! 🙂

4 commenti

  1. Ciao Valeria! Qui no…per esempio mi hanno spiegato che la carta che si è sporcata con sughi vari non va buttata nella carta ma nel nero. Oppure non so…pulisci un melone, qui va nel nero…non nel biologico…o mangi del pesce…gli scarti vanno nel nero! E sono cose che puzzano e devi buttare subito…non puoi tenerle in casa fino a quando il sacco è pieno. Qui nel biologico buttano solo erba e foglie…Forse cambia qualcosa in base alla zona? Booo!!!

  2. Invece il mio bidone nero é sempre vuoto. Tutti i resti delle verdure vanno nel biologico e tutti gli imballaggi in plastica o lattina vanno nel sacco giallo. E’ normale che il nero rimane vuoto… e questo mi da anche soddisfazione! Ho fatto bene la raccolta differenziata e ho aiutato l’ambiente!

  3. ahahahah nooo…l’umido lo buttano nel nero…nel biologico buttano le foglie degli alberi che tagliano…fiori secchi…etc…Per quanto riguarda la raccolta anche in Sicilia dai miei stanno modificando tutto, quindi penso che al nord già funzioni come qui… 😉

  4. Aiuto!!
    Ma il biologico intendi l’umido?quindi quello che in Italia comprende anche tutti gli scarti della cucina?…perche’ a quel punto forse il sacco nero si ridurrebbe un po’, no?…
    Ma in tutta la Germania fanno raccolta porta a porta??…bisognera’ propro abituarsi!! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *