Vi siete mai chiesti qual’è il Senso della Vita?

Rieccomi con una riflessione notturna…

Quello che mi ha spinta ad espatriare è lo spirito, che ho sempre avuto, di cercare oltre. Non mi sono mai accontentata di quello che gli altri mi hanno passato per “buono”, a costo di prendere (spesso) musate! Devo anche ammettere che, tante volte, il consiglio che avevo ricevuto era esatto ma…che ci posso fare? Sarò posseduta dallo spirito di San Tommaso! Comunque, tornando alla riflessione, è questa voglia di ricerca che spesso mi regala anche notti insonni. Sto lì a pensare a tutto quello che mi succede e che succede intorno a me…sono sempre nell’eterna fase…ma chi siamo, da dove veniamo e dove siamo diretti?

Il Ricercatore di EmozioniParliamoci chiaramente, mi rifiuto di pensare che il nostro unico scopo nella vita sia quello di alzarsi la mattina, andare a lavorare (spesso subendo frustrazioni), fare la spesa, tornare a casa e l’indomani ricominciare. Per inseguire cosa? Niente…solo per accumulare oggetti inutili che, alla fine, non sappiamo più dove mettere. Una sera, un pò di tempo fa, guardavo “Il Senso della Vita” con Bonolis e, per “caso”, ho ascoltato con vivo interesse l’intervista di uno scrittore che presentava il suo primo libro. Lui è Marco Cesati Cassin ed il libro si intitola “IL RICERCATORE DI EMOZIONI”. Parla di un “risveglio spirituale” che è in atto in tutto il mondo e, tutte le coincidenze narrate, documentate dall’autore, sono veramente accadute.

Ho apprezzato molto il libro e, più incuriosita di prima, ho atteso con ansia l’uscita del secondo, “NON SIAMO QUI PERcesaticassin_nonsiamoquipercaso_1 CASO”. Questo titolo si avvicinava ancora di più a tutte le domande che mi frullavano per la testa. Di seguito la descrizione: Quante volte ci è capitato di pensare a una persona che non vediamo da anni, e subito dopo incontrarla? Oppure, mentre ci dibattiamo in una scelta, di ritrovarci tra le mani un oggetto che sembra puntare in una precisa direzione? Da secoli filosofi, uomini di fede e di scienza – da Seneca a Jung – si interrogano sulla perfetta sincronicità di questi fenomeni e la risposta è stata inequivocabile: il caso non esiste. Anche in quest’opera lo scrittore riporta innumerevoli testimonianze di episodi realmente avvenuti. Credo che i suoi libri siano un sano spunto di riflessione e chissà, qualcuno potrebbe trovare anche delle risposte.

978882005500_cassin_iguardiani.inddIl percorso dell’autore è in continua crescita e di seguito troviamo “I GUARDIANI DELLA SOGLIA”, ecco la descrizione: Sotto la veste di un thriller serrato e avvincente, Marco Cesati Cassin ha scritto un libro illuminante e profondo che fa il punto sulle Near Death Expericence. Coloro che le hanno vissute hanno avuto visioni molto simili: una dimensione spirituale di pace dove tutto – l’esistenza, il tempo, il divino – acquisisce un senso e noi siamo restituiti all’amore universale. Pura suggestione o il paradiso esiste davvero? Quali persone ritroviamo e quali perdiamo? Chi è chiamato a reincarnarsi e chi a evolversi in una realtà ultraterrena? Tutte le domande trovano risposta in questo libro che, attraverso esperienze vere, ricerche, storie documentate e antiche conoscenze, apre nuove prospettive sulla vita dopo la morte e sulla grandezza e il destino dell’anima.

E per concludere il quarto libro, da poco uscito, “PRESENZE POSITIVE”. Nella descrizione troviamo queste parole: Firenze 1939. Fa freddo e Luciano Radici è inPresenze Positive treno in attesa di ripartire. Quando alza lo sguardo dal giornale, resta sconvolto. Di fronte a lui c’è Giovanni, un vecchio amico che, gli avevano detto, era morto otto anni prima. Immediatamente lo chiama, ma quello non lo sente e si allontana. Luciano lo insegue, di carrozza in carrozza, finchè nell’ultimo vagone l’uomo scompare nel nulla. Sconvolto e dispiaciuto, Luciano torna nel suo scompartimento, nel quale si è radunata una piccola folla. Durante la sua assenza, un tronco, caricato su un convoglio merci, si è sganciato ed è caduto esattamente dov’era seduto. Se non si fosse alzato per cercare l’amico, sarebbe morto. E’ stato un caso? Difficile crederlo. Marco Cesati Cassin nella sua lunga carriera di ricercatore, ha scoperto che situazioni simili capitano quotidianamente: quando meno ce lo aspettiamo, una persona misteriosa, a volte un amico, a volte uno sconosciuto, interviene per cambiare il corso degli eventi. Qualcuno li chiama Angeli. Altri, più semplicemente, Presenze Positive.

Come sapete mi piace condividere con voi, oltre che storie di expats, anche pensieri e riflessioni di vita. Quindi spero che la lettura di questi libri, che vi consiglio, possa rendere serene le vostre nottate e piacevoli le vostre giornate. Roberta

2 commenti

  1. WOW!!! Sono anni che cerco di convincere la gente a vivere la vita.. e non a subirla! Sono anni che affermo che non c’è “caso” che tenga.. che se pensiamo/sognamo qualcuno, magari che non vediamo da molto tempo, e poi lo incontriamo non è una coincidenza..
    Siamo fatti di energie.. che purtroppo ancora non sappiamo sfruttare…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*